Business Plan Startup

Avere un’idea imprenditoriale e volerla realizzare con le proprie forze genera eccitazione ed entusiasmo, ma subito dopo possono subentrare confusione e smarrimento. Partire da zero è difficile, non sempre si è preparati a ciò che si dovrà affrontare né si è a conoscenza degli step per mettere in piedi il progetto e concretizzarlo.

Lo strumento essenziale che può venire in aiuto in questi casi è ancora una volta il business plan, una sorta di “curriculum vitae” della startup che si ha in mente. È il primo passo per avviare l’attività e raggiungere i propri gli obiettivi di business.

Le fasi iniziali in questi casi sono essenziali: bisogna focalizzare bene l’obiettivo e strutturare al meglio l’idea, in tutti i suoi aspetti. Scrivere il business plan della startup serve proprio a questo.

Consente di razionalizzare il progetto e vederlo in un’ottica molto concreta, per evitare di perdersi nella confusione e nell’entusiasmo iniziali, che possono distogliere l’attenzione da una serie di aspetti assolutamente non trascurabili, per evitare il fallimento.

Per questo è importante reperire tutte le informazioni necessarie a stilare un buon piano aziendale, approfondito e dettagliato, magari facendosi aiutare da un esperto.

Come si struttura il business plan per una startup

Questo documento è utile non solo da un punto di vista interno, quindi come strumento di pianificazione e verifica dei passaggi e degli obiettivi per concretizzare l’idea di impresa.

Ma anche da un punto di vista esterno: funge, infatti, da presentazione e da biglietto da visita, per farsi conoscere ed eventualmente chiedere aiuti, finanziamenti, contributi economici, prestiti. Non solo: si possono trovare anche risorse umane, collaboratori e soci.

Il business plan è il piano aziendale della startup: deve essere un documento dettagliato, preciso, credibile e convincente. Deve affrontare tutti gli aspetti inerenti la nascente attività, da quelli strutturali a quelli economici a quelli tecnici, compresi gli obiettivi che ci si è prefissati a breve e lungo termine.

Non possono mancare dettagli in merito ai competitors e al mercato in cui ci si sta per inserire, le risorse e i mezzi a disposizione, i punti di forza e di debolezza. Tutto questo serve a mettere a punto strategie correttive, pubblicitarie, di marketing.

Il business plan per la startup nel dettaglio

  • Descrivi il tipo di attività o di servizio o di prodotto che hai in mente di offrire e immettere sul mercato. Quest’ultima è una parola importantissima: analizzare il settore scelto, le realtà più forti del territorio, i competitors, ti aiuterà a chiarire meglio la situazione e a guardare con obiettività le mancanze del progetto, oltre che i punti di forza da valorizzare per emergere.
  • Imprescindibile è un business model che spieghi le risorse economiche iniziali nel dettaglio e le previsioni di guadagno future. Questo aspetto è quello che interessa maggiormente agli investitori, ovviamente, sia quelli pubblici che privati. Dunque questo elemento deve essere il più dettagliato possibile, non si può sbagliare.
  • Descrivi la parte operativa, il team: chi è coinvolto nel progetto, il suo ruolo, il suo eventuale apporto economico, le sue competenze, il suo impegno in termini di tempo. Un’impresa punta al guadagno, è vero, ma è pur sempre fatta di persone.
  • Concludi con una previsione di crescita del progetto, in termini strutturali e di guadagni, spiegando quali strategie di marketing e quali aiuti pubblicitari hai deciso di adottare.

Business plan Startup: chiedi informazioni

Acquista il business plan per una startup già pronto

Business plan Startup
Scrivere il business plan per un astart up, come abbiamo visto, non è un’attività semplice. Occorre avere le idee chiare e saper come muoversi per integrare e collegare i vari aspetti.

Tra i nostri business plan pronti, ne abbiamo pensato uno creato appositamente per una start up.

Come sempre, acquistando il business plan pronto, otterrai anche il software business plan per sempre, senza la necessità di canoni o costi aggiuntivi.

Il business plan pronto per una start up è un’ottima base su cui partire per redigere il tuo personalizzato. Risparmierai tempo e potrai disporre di un documento professionale.