Business Plan Parrucchiere

Negli ultimi anni, una delle attività più remunerative per chi vuole mettersi in proprio è sicuramente il salone da parrucchiere, per far si che tutto funzioni bisogna avere le idee chiare, adottare una strategia e avere un buon business plan.

Se ti interessa sapere come aprire un salone da parrucchiere, cercheremo di spiegarti i passi fondamentali da seguire.

Lavorare come parrucchiere

Chi sceglie di iniziare questa carriera deve sapere che si tratta di un lavoro continuo e molto impegnativo, oltre ad eseguire tagli, colorazioni e messe in piega, bisognerà analizzare i capelli e i tratti del viso dei clienti per consigliare il miglior taglio, restare sempre aggiornati su nuove tecniche di colorazione, brushing e taglio, panificare gli appuntamenti, far sentire a proprio agio la clientela, contattare i fornitori per i prodotti, igienizzare gli attrezzi di lavoro, pulire il locale e, almeno una volta alla settimana fare l’inventario e pagare le fatture.

Per diventare un parrucchiere di successo bisogna lavorare sodo, avere una perfetta formazione e conoscenza delle tecniche di hair stylist, a cui aggiungere abilità nelle relazioni personali e capacità gestionali e di leadership per guidare lo staff della propria azienda verso il successo.

Cosa fare per aprire un salone da parrucchiere?

Per aprire un salone da parrucchiere bisogna seguire vari passaggi, tra i più importanti c’è la scelta della location, un locale che si trova in una zona frequentata e che abbia una buona visibilità, dovrà essere di dimensioni giuste e adatte al tipo di attività e avere tutto a norma.

Se stai per aprire un salone da parrucchiere avrai quasi sicuramente conseguito il titolo professionale per esercitare questa professione, che comprendere un corso o una scuola di formazione della durata variabile dai 6 mesi a un anno con un successivo periodo di tirocinio di almeno 2 anni.

Se così non fosse, dovrai iscriverti e seguire questo percorso formativo che avrà determinati costi, ai quali poi andranno aggiunti quelli per l’avvio dell’attività che comprendono: adeguamento dei vari impianti del locale, registratore di cassa e software gestionale, arredamenti per parrucchieri, insegna, prodotti, spazzole, phon, asciugamani, ect…

Inoltre, bisogna tener conto delle spese di apertura della P.IVA con i vari adempimenti, delle spese di gestione e di quelle dello staff.

Per gestire al meglio il salone da parrucchiere è quindi utilissimo utilizzare un software business plan per parrucchieri che permette di facilitare alcuni importanti passaggi.

Business plan parrucchieri per la gestione del proprio salone

La prima cosa da fare quando stai per aprire il tuo salone da parrucchiere è quello di compilare un business plan, un documento fondamentale per assicurare il successo di qualsiasi idea imprenditoriale.

Realizzare un business plan parrucchieri non sarà impossibile utilizzando il software apposito, al suo interno vanno inserite varie informazioni tra cui le spese da sostenere per aprire e mantenere il salone per il primo anno e quelli successivi; l’affitto del locale e i costi di attrezzature, arredamento, marketing, personale e tassazione.

Bisogna inserire le modalità di finanziamento, sia che si attinga dalle proprie risorse che da prestiti e investitori esterni; il numero di clienti e le entrate che ci si aspetta di avere e la strategia di marketing che si vuole applicare per la promozione del negozio.

Questo documento permette di far crescere l’attività in modo consapevole, tenendo sempre presente i progressi del proprio business. Il business plan parrucchieri va sempre aggiornato, questo permette di rivedere continuamente il proprio piano di lavoro e apportare eventuali modifiche e miglioramenti per aumentare le possibilità di successo.

La nostra soluzione di business plan già pronto per un parrucchiere ha già tutto quello che ti serve e ti farà risparmiare tempo e denaro.